Labelado intervista: Amaro del Ferdy packaging design

Labelado è una tipografia con grande esperienza nella produzione di etichette. Di seguito la loro intervista (qui il post originale) riguardo il progetto di design dell’iconico Amaro del Ferdy.

Descrivici il tuo lavoro. Di cosa ti occupi, quali sono le tue peculiarità e il tuo approccio creativo ad un nuovo progetto.

Ci occupiamo di brand identity e packaging design e il nostro studio è a Bergamo. Ci piace definirci ricercatori prima di designer: collezioniamo dati, visitiamo luoghi e intervistiamo persone scavando nel passato o cercando di prevedere scenari futuri in cerca di un oggetto o un pensiero che rappresenta a pieno, con la sua unicità, l’essenza di un prodotto. La nostra ricerca non è solo di concetti ma anche di tecniche: nuovi materiali e inchiostri sono solo una piccola parte di ciò che fa di una semplice confezione un oggetto emozionale. 

Parlaci un po’ di Agriturismo Ferdy e del prodotto che hai vestito.

Agriturismo Ferdy è una realtà familiare che dalla cucina allo shop online ha come obiettivo la valorizzazione delle materie prime montane e delle tradizioni del territorio.
Ciò che li rende unici è l’utilizzo sapiente delle erbe spontanee, che troviamo nei piatti realizzati dallo Chef, nell’area benessere attraverso i trattamenti agli oli essenziali o che custodiscono in preziosi vasetti sulle mensole della boutique.

È proprio dal mix di queste erbe spontanee, raccolte a mano nei boschi della Val Brembana, che nasce l’Amaro del Ferdy. La produzione è limitatissima e varia secondo le disponibilità della natura: ogni infusione porta con sé sfumature che esprimono la diversità e il divenire della spontaneità. 

Dal brief iniziale fino all’ultima parola del cliente, quali sono state le sue richieste? E quali erano invece i tuoi obiettivi?

Il desiderio della famiglia Ferdy era trasmettere la dedizione e la fatica alla base di una raccolta di erbe non coltivate, quindi spontanee. L’obiettivo che ci siamo prefissati era riassumere in un packaging essenziale l’autenticità di questo prodotto e la montagna come stile di vita.

Cosa ci può essere di più autentico di una fotografia?

La capretta che vedete nella foto è una Capra Orobica, una razza autoctona in via d’estinzione, che si arrampica tra le rocce, alla ricerca delle erbe migliori: esattamente come i membri più anziani della famiglia Ferdy fanno da generazioni.

Ogni botanica porta con sé segreti, sui suoi utilizzi in cucina o come medicamenti. Achillea, Genziana, Angelica, Menta, Timo: le abbiamo raccontate in un prezioso ricettario che alleghiamo alle circa 600 bottiglie prodotte ogni anno.

 

Amaro del Ferdy label design packaging santaniello design studio
Capra Orobica in Val d’Inferno (Val Brembana, Bergamo)

Descrivici le vostre sensazioni quando avete visto il progetto finito. Il prodotto finale ha rispecchiato la vostra idea? Le lavorazioni scelte rispecchiano quello che ti immaginavi?

La prima sensazione è stata quella di avere tra le mani la bottiglia di una farmacia d’altri tempi. La sua forma, il dettaglio in legno e una carta materica ci hanno aiutato a raggiungere l’effetto “wild” che cercavamo.

Descrivici in poche parole il servizio di Labelado. È stato come te lo aspettavi?

Ci siamo trovati benissimo fin da subito. Abbiamo ricevuto supporto in tempi brevi e con risposte precise. Per noi è molto importante la scelta della carta e siamo contenti di aver trovato un partner che lavora con materiali adesivi di alta qualità.

Comment

This post doesn't have any comment. Be the first one!

hide comments
...

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!